Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti, per mostrarti pubblicità in linea con le tue preferenze e migliorare la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.

panoramica

Paisi meu - Paese mio

S'affaccia lu suli matineru

pi scrafari sta terra di Barunia,

dunni ci dormi tu, paisi meu,

chinu di storia e di puisia.

Si affaccia il sole mattiniero

per riscaldare questa terra di Baronia

dove ci dormi tu, paese mio,

pieno di storia e di poesia.

 

 

Ogni finestra di li vecchi casi

teni nna ciura, nata cu amuri.

Paisi, beddu sì e, a mia mi pari,

pittatu apposta da un grandi Pitturi.

Ogni finestra delle vecchie case

tiene un fiore, nato con amore.

Paese, bello sei e, a me sembri

dipindo apposta da un grande Pittore.

 

 

La luna, poi, la sira,

li raggi manna a ttia, paisi meu,

ogni curtigghiu e ogni via

d'argentu pari e tutta eu mi preu.

La luna, poi, la sera,

i raggi manda a te, paese mio,

ogni cortile e ogni via

d'argento sembra e io ne gioisco.

 

 

Ma quantu pena c'è nta lu mé cori,

paisi meu, quannu eu taliu

li casi chiusi di li tò figghioli,

chi si nni eru pi distinu riu.

Ma quanta pena c'è dentro il mio cuore,

paese mio, quando io guardo

le case chiuse dei tuoi figlioli,

che se ne sono andati per destino rio.

 

 

Parteru cu spiranzi nta la testa,

paisi meu, ma nuddu scorda a ttia,

tornanu sempi quannu c'è la festa,

di la Madonna di Tagghiavia.

Sono partiti con la speranza in testa,

paese mio, ma nessuno si scorda di te,

tornano sempre quando c'è la festa

della Madonna di Tagliavia.

 

 

Li vicchiareddi, cu nustalgia amara,

cuntanu sempi lu tempu passatu,

paisi meu, quannu la sira cci bastava

un pezzu di pani a lu vinu abbagnatu!

I vecchietti, con nostalgia amara,

pensano sempre il tempo passato,

paese mio, quando poco la sera bastava,

un pezzo di pane al vino intinto.

 

 

Sempi spiranzi e mai futuru bonu,

sempi tentamu nna svolta ardita,

di mpurtanti, ccà, c'è sulu lu tò nomu.           

Paisi meu, tu ti chiami Vita!

Sempre speranze e mai un buon lavoro,

cercando sempre una svolta ardita,

di importante, qua, c'è solo il tuo nome.

Paese mio, tu ti chiami Vita!

Maria Stabile

11/06/2005 

Share

 

Appuntamenti

Settembre 2019
LunMarMerGioVenSabDom
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30