Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti, per mostrarti pubblicità in linea con le tue preferenze e migliorare la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.

panoramica

Matri – Madre

 

 

" Matri, si putissi lu munnu sbutari

"Madre! Se potessi il mondo capovolgere

e ammenu nna vota canciari distinu,

e almeno una volta cambiare destino

vulissi, eu, aspittari a ttia

vorrei, io, aspettare te

e pi ttia li dogghi suppurtari,

e per te le doglie sopportare

comu quannu lu facisti tu pi mmia.

come quando lo hai fatto tu per me.

 

 

Ti criscissi cu li figghi mei

Ti crescerei con i figli miei

e tu cuntenta cu iddi jucassi,

e tu contenta con loro giocheresti

comu nna piccilidda di quattr'anni

come una bambina di quattro anni

cuntassi finu a cincu e finu a sei,

conteresti fino a cinque e fino a sei

prima d'addivintari vecchia di spiranzi.          

prima d'invecchiare di speranze.

 

 

Oh! Matri mia! mmeci si scurusa (1)

Oh! Madre mia, invece hai l'Alzaimer

e chissa è oggi la tò malatia.

e questa è oggi la tua malattia.

Nun servi chiù a lu munnu...

Non servi più al mondo...!

tutti ti scurdaru...!

tutti ti hanno dimenticata.

Picchì hai la menti tanta cunfusa?

Perchè hai la mente così confusa?

 

 

Matri, Tu mi chiami mamma...

Madre...mi chiami mamma,

e gh'eu ti pigghiu m'razza (2)

ed io ti prendo in braccio

e poi t'annacu."

e poi ti cullo."

 

(1) Malattia dell'Alzheimer

(2) fra le braccia

 

Maria Stabile

25/02/2004

 

Share

 

Appuntamenti

Novembre 2019
LunMarMerGioVenSabDom
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930